Registrazione di Note di accredito ricevute da Fornitori con meccanismo Reverse charge  *** IMPORTANTE ***

A seguito di esplicite richieste di chiarimenti poste all'Agenzia Entrate sulla gestione delle Integrazioni relative a Note di accredito ricevute da fornitori esteri o comunque ad operazioni soggette al reverse charge, abbiamo dovuto modificare l'approccio alla registrazione delle stesse.
Le disposizioni che ci erano state fornite indicavano che la Nota di accredito dovesse essere registrata (anche in primanota) con una cauale di Fattura di acquisto (in reverse charge) ma recante segni iva in negativo.
Detta soluzione si è rivelata farraginosa per l'utente e non esente da probabili successive refluenze sulle liquidazioni e quindi sulle Lipe.
A seguito dei chiarimenti ricevuti abbiamo provveduto a pubblicare delle nuove causali di "Note di accredito" da utilizzare in Primanota che altro non sono che causali uguali e contrarie alle rispettive causali di Fattura di acquisto in reverse charge.
Dette causali sono già disponibili su Uno Erp.

IMPORTANTE: per le registrazioni in primanota di note di accredito già effettuate nel mese di gennaio con causale "Fattura di acquisto...", si renderà necessario un intervento da parte dell'utente che dovrà recarsi in Configurazione > Amministrazione > Tabelle accessorie + Modifica primanota e modificare la causale ad esempio da "Fattura per acquisto Reverse charge interno" a "Nota accredito da fornitore in Reverse charge interno".

Si dovrà quindi rientrare nella scrittura di primanota inerente la Nota di accredito (ignorando la scrittura dell'annotazione) per verificare che:
1) i segni delle righe iva (sfondo azzurro) siano sempre in positivo
2) controllare la correttezza dei segni delle righe contabili (sfondo verde)

NULLA DOVRA' ESSERE MODIFICATO SULLE INTEGRAZIONI ELETTRONICHE GENERATE. Esse sono emesse ssecondoi i dettami dell'Age. Entrate che vuole ottenere anche per le note di accredito una integrazione sotto forma di fattura elettronica ma con segni negativi.

E' appena il caso di sottolineare che le registrazioni sin qui operate sono corrette sia sotto l'aspetto formale che contabile che sul versante iva. Si suggerisce comunque di intervenire con la modifica indicata sopra per evitare disallineamenti contabili sul conto Iva c/acquisto che si innescherebbero in occasione della liquidazione iva.

Il nostro servizio di assistenza è a disposizione per rispondere ad eventuali dubbi su scritture che rientrano in questa fattispecie.

Nel caso aveste necessità di supporto abbiate cura di indicare nel ticket gli id delle registrazioni di primanota per le quali chiedete assitenza.

 


Se non hai trovato la risposta